FRASI DI TIZIANO TERZANI, SULL’IMPORTANZA E IL SIGNIFICATO DELLA VITA.

Con il trascorrere del tempo, il mondo sembra essere sempre più affascinato dalla propria frenetica corsa verso il progresso, il successo e lo sviluppo. Lasciando dietro di sé, solo il desiderio di fermarsi e riflettere sul vero significato dell’esistenza. 

Tuttavia, sono anche sempre più le persone che decidono di frenare questa corsa folle, per avventurarsi nella ricerca del profondo significato della vita. Indirizzando il proprio cammino, verso una vera e autentica felicità.

Sperimentiamo perciò un senso di meraviglia e stupore, quando ci imbattiamo in insegnamenti nella quale ci identifichiamo. E proviamo un profondo senso di gioia, nello scoprire che non siamo così sbagliati come credevamo di essere.

Tiziano Terzani attraverso le sue frasi e i suoi pensieri, è riuscito a trasmettere i suoi profondi insegnamenti. Diventando così, uno dei maestri e personaggi italiani, tra i più famosi ed amati.

Con la sua profonda saggezza, ci insegna a guardare oltre l’apparenza e la superficialità, invitandoci a scoprire il vero significato della nostra vita. Scegliendo così poi, di indirizzarla, verso ciò che realmente ci rende felici e ci fa star bene.

FRASI DI TIZIANO TERZANI, SULL’IMPORTANZA E IL SIGNIFICATO DELLA VITA.

FRASI DI TIZIANO TERZANI, SULL'IMPORTANZA E IL SIGNIFICATO DELLA VITA.

COME TROVARE LA SAGGEZZA E L’ISPIRAZIONE NEL NOSTRO ESSERE.

  • “L’unico vero maestro non è in nessuna foresta, in nessuna capanna, in nessuna caverna di ghiaccio dell’Himalaya…. È dentro di noi!”.

  • “Questo è un altro aspetto rasserenante della natura: la sua immensa bellezza è lì per tutti. Nessuno può pensare di portarsi a casa un’alba o un tramonto.”

  • “Finirai per trovare la via, se prima troverai il coraggio di perderti”.

Tra le frasi più famose di Tiziano Terzani, emergono sempre quelle legate al viaggio, che rappresentano uno degli elementi fondamentali della sua vita e della sua filosofia. Secondo Terzani, il viaggio più impegnativo e gratificante da intraprendere nella propria vita, è quello che affrontiamo in noi quando impariamo a osservare noi stessi. Attraverso le emozioni e i pensieri, che dominano la nostra esistenza. 

Nel nostro profondo infatti, già risiedono la saggezza e la consapevolezza necessarie, per affrontare questo tipo di viaggio. In quanto, sono qualità già intrinseche di ogni essere umano. 

La nostra saggezza e la nostra autenticità, possono essere però scoperte e coltivate solo attraverso una profonda riflessione personale. Dubitando anche degli insegnamenti ricevuti e ribellandoci, a ciò a cui sentiamo di non appartenere.

Solo in questo modo, impareremo a seguire la voce della nostra guida interiore, incontrando nel tempo a venire, il maestro che già risiede in ognuno di noi.

SE SEGUI LA VOCE DEL CUORE, NON POTRAI MAI SBAGLIARE.

  • “Così è diventato il nostro mondo: la pubblicità ha preso il posto della letteratura, gli slogan ci colpiscono ormai più della poesia e dei suoi versi. L’unico modo di resistere è ostinarsi a pensare con la propria testa e soprattutto a sentire col proprio cuore.”

  • “Una buona occasione nella vita si presenta sempre, il problema è saperla riconoscere e a volte non è facile”.

  • “Ognuno deve cercare a modo suo, ognuno deve fare il proprio cammino, perché uno stesso posto può significare cose diverse, a seconda di chi lo visita”.

Non è sempre facile identificare le occasioni buone e positive che si manifestano nella nostra vita, spesso a causa delle nostre stesse aspettative, paure o limitazioni personali. Dominati infatti dal sentimento della paura e della comodità, preferiamo seguire le vie definite sicure. Quelle che nella maggior parte delle volte, sono percorse da altri e che potrebbero assicurarci lo stesso risultato.

Intraprendere una via sconosciuta genera spesso paura, perché in realtà non sappiamo cosa ci possa attendere seguendo quel determinato cammino. Ma ognuno di noi, è il solo responsabile della propria vita. E a volte, è necessario seguire con coraggio la strada che ci si apre di fronte.

Non ne conosceremo mai il futuro certo, di dove questa ci condurrà, ma saremo solo sicuri che una volta intrapresa, saremo un poco più ricchi di consapevolezza e saggezza, di quanto lo eravamo prima. 

A volte le scelte migliori che si presentano nella nostra vita, si basano in quei pochi secondi di coraggio dove una piccola spinta da parte nostra, può cambiare completamente il nostro destino. E nel tempo, impareremo maggiormente a seguire, solo le indicazioni che nascono dal cuore.

IL TEMPO, È IL SOLO E UNICO BENE PREZIOSO CHE ABBIAMO A DISPOSIZIONE.

  • “Vivo ora, qui, con la sensazione che l’universo è straordinario, che niente ci succede per caso e che la vita è una continua scoperta. E io sono particolarmente fortunato perché, ora più che mai, ogni giorno è davvero un altro giro di giostra.”

  • “Ormai nessuno ha più tempo per nulla. Neppure di meravigliarsi, inorridirsi, commuoversi, innamorarsi, stare con sé stessi. Le scuse per non fermarci a chiedere se questo correre ci rende felici sono migliaia, e se non ci sono, siamo bravissimi a inventarle”.

Ci illudiamo sempre più spesso, che la frenesia che viviamo nel nostro correre quotidiano, possa servire davvero a qualcosa. E nel frattempo, osserviamo da lontano la nostra vita che lentamente ci passa davanti

Corriamo per possedere di più, corriamo per maggiore fama e successo. E spesso corriamo, solo per appagare quel profondo senso di vuoto e di insoddisfazione che sentiamo nel profondo del nostro io.

I piaceri della vita, non si contano tra gli oggetti e i successi ottenuti, ma piuttosto dalle gioie assaporate nel nostro quotidiano. Lo viviamo in un sorriso, in una condivisione, in un momento di libertà e pace con chi amiamo.

In ogni istante, abbiamo la possibilità di vivere sempre qualcosa di straordinario, perché il solo bene più prezioso che abbiamo a nostra disposizione, è il tempo. E questi meravigliosi istanti della nostra vita, sono unici e non si ripeteranno mai più.

QUANTO VALE OGNI ORA DELLA TUA VITA?

  • “Tu vendi il tuo tempo, le tue giornate, per cui lo stipendio che ti danno è una sorta di ricompensa perché ti hanno rubato qualcosa”.

  • “Vivete una vita in cui potete riconoscervi”.

Non fu solo lo stress e la forte ansia a farmi comprendere che stavo indirizzando la mia vita su una via del tutto errata. Ma fu anche l’essere consapevole, di quanto valeva realmente ogni ora del mio tempo. A prescindere dalla professione che svolgevo o dalle ore che gli dedicavo.

Io stavo vendendo il mio bene più prezioso per essere solo infelice, arrabbiato e insoddisfatto, ma soprattutto per sentirmi intrappolato in una vita, a cui non sentivo di appartenere.

La consapevolezza di quanto realmente vale il nostro tempo, è spesso sufficiente per farci aprire gli occhi. Ed indirizzare il nostro sguardo, verso una direzione che riterremo per noi stessi più appagante. A prescindere dai traguardi e dai risultati che raggiungeremo poi. 

Questo perché, saremo maggiormente spinti verso un profondo cambio della nostra vita. Dove il successo che prima di tutto vorremmo ottenere, sarà nel sentirci bene e valorizzati nel nostro tempo e nella vita che viviamo.

VAI ALLA RICERCA DELLA TUA IDENTITÀ E DEI SEGRETI DELL’UNIVERSO.

  • “’Io chi sono?’ La risposta sta nel porsi la domanda, nel rendersi conto che io non sono il mio corpo, non sono quello che faccio, non sono quello che posseggo, non sono i rapporti che ho, non sono neppure i miei pensieri, non le mie esperienze, non quell’Io a cui teniamo così tanto. La risposta è senza parole. È nell’immergersi silenzioso dell’Io nel Sé.”

  • “Solo se riusciremo a vedere l’universo come un tutt’uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo.”

Ogni cosa nell’universo è profondamente interconnessa, e nella sua immensa totalità, può essere vista come un solo e unico elemento. Un tutt’uno. La cui comprensione e accettazione di questa visione, ci permettono di trovare il nostro posto nel mondo. Non più però come entità isolate, ma come parte integrante di un magnifico e complesso sistema universale.

Questa stessa visione olistica ci consentirà anche di rispondere poi a molte delle domande esistenziali che da sempre ci poniamo. Per individuare così i fondamenti stessi della nostra identità. Come ne è un chiaro esempio la domanda legata al “Chi sono io?“. Che come suggerisce Tiziano Terzani in queste sue ultime frasi, non può essere trovata nelle sole parole o nelle descrizioni esterne della forma. Ma unicamente attraverso il silenzio.

E così lontani dalle forme corporee, dai ruoli sociali, dai pensieri e dai nostri possedimenti, la nostra vera identità emergerà.

DI COSA NECESSITIAMO PER ESSERE DAVVERO FELICI?

  • Trovo che ci sia una bella parola in italiano che è molto più calzante della parola “felice”, ed è contento, accontentarsi: Uno che si accontenta è un uomo felice.

  • “Siamo noi che non vogliamo sentire che c’è altro al di là della materia. Tutto il mondo di oggi si fonda sulla materia. L’acquisizione, l’avere più che l’essere, la concorrenza. Pensa: un ragazzino oggi va a scuola e invece di scoprire le gioie della terra e del mondo, le regole e le meraviglie, la prima cosa che gli insegniamo e li imponiamo è essere concorrente del suo vicino”.

  • “Se ci mettiamo a pensare, ciò di cui veramente abbiamo bisogno non è quello che l’economia di oggi ci dà. Oggi l’economia è fatta per costringere tanta gente a lavorare a ritmi spaventosi per produrre delle cose per lo più inutili, e altri lavorano a ritmi spaventosi per poterle comprare. Questo è ciò che dà soldi alle società multinazionali e alle grandi aziende, ma non dà felicità alla gente”.

Fin da bambini, siamo educati a seguire una serie di insegnamenti che presto o tardi ci conducono solo sulla via dell’infelicità e della sofferenza.

Non ci ribelliamo di fronte a questi insegnamenti, perché spesso li identifichiamo come corretti, per diventare come la maggior parte delle persone che osserviamo. Oppure che fanno parte della nostra vita.

Viviamo la nostra esistenza imprigionati in ideali di possesso, guadagno e competizione, dove l’unica direzione che conosciamo, è quella della costante ricerca, e della realizzazione del desiderio.

Ignorando che una volta realizzato, ne sorgerà subito un altro nuovo, generando così un ciclo continuo di insoddisfazione. 

Crediamo che la felicità risieda nella realizzazione di tali ideali, ma in realtà ci rende solo schiavi del desiderio limitando il nostro benessere e la nostra crescita personale.

LA MORTE È SOLO UN’ALTRO GIRO DI GIOSTRA.

  • “Che cos’è che ci fa così spavento della morte? Quello che ci fa paura, che ci congela davanti a quel momento è l’idea che scomparirà in quell’attimo tutto quello a cui noi siamo tanto attaccati. Prima di tutto il corpo. Del corpo ne abbiamo fatto un’ossessione.”

  • “Moriamo tutti. Si tratta di riuscire a godere del viaggio.”

Forse la risposta alla paura della morte risiede nel nostro attaccamento non solo legato al corpo, ma anche alle cose materiali che accumuliamo giorno dopo giorno. Senza contare, ovviamente, la paura dell’ignoto del non sapere cosa ci sia realmente dopo.

Eppure, la morte è una condizione inevitabile della nostra vita. La stessa condizione, che ci permette di godere dei singoli frammenti che compongono la nostra esistenza. Perché inevitabilmente, giungerà sempre un momento in cui saremo costretti a dare un ultimo abbraccio, un ultimo bacio, oppure ad annusare un fiore per l’ultima volta.

Ed è forse proprio per questo che la morte rende la nostra vita così magica e insostituibile. Perché in fondo, ogni momento potrebbe realmente essere l’ultimo. E ogni momento è speciale proprio per quella inevitabile condizione. Non dovremmo allora cercare di evitare la morte, ma piuttosto imparare a vivere pienamente e gioiosamente per il tempo che abbiamo a disposizione. Godendo del viaggio, lungo o breve che sia, in ogni suo singolo momento e trovando soprattutto la consapevolezza, che sono le piccole cose a rendere ogni attimo unico.

CAMBIA LA TUA VITA, E SII IL CAMBIAMENTO POSITIVO CHE VORRESTI VEDERE NEL MONDO.

  • “Guarda un filo d’erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia.”

  • “La vera medicina per tutti i mali consiste nel cambiare vita, cambiare noi stessi e con questa rivoluzione interiore dare il proprio contributo alla speranza in un mondo migliore”.

Infine, Tiziano Terzani attraverso questo suo ultimo pensiero, ci insegna che la sola via verso la pace e la felicità non risiede nel cambiare gli altri. Ma nel cambiare, solo il nostro modo di vivere e di confrontarci con il mondo.

Molte volte infatti, inganniamo noi stessi nel credere che la nostra gioia, possa dipendere unicamente da eventi esterni al nostro essere. Desideriamo perciò, cambiare gli altri per stare bene e ci illudiamo che quando il mondo sarà finalmente diverso, potremmo trovare la pace e la serenità che tanto bramiamo.

Ognuno di noi, è il solo responsabile di sé stesso. E attraverso la propria trasformazione personale, abbiamo il potere di contribuire alla creazione di un mondo davvero migliore, di come spesso ci appare.

Offrendo così a noi stessi e ad altri, la possibilità di vivere un profondo senso di pace e felicità.

Picture of Michele Bosio

Michele Bosio

In cerca di un senso più profondo della mia esistenza, ho deciso di seguire i miei sogni lasciando le soffocanti certezze. Oggi, mentre viaggio per il mondo, coltivo il desiderio di poter aiutare il prossimo a trovare un pò di pace e felicità, nella propria vita.
Condivi l'Articolo:

Potrebbe interessarti anche:

Scrivimi qui sotto il tuo pensiero:

5 1 vote
Article Rating
Ricevi una notifica per i nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti

Potrebbe interessarti anche: