IL POTERE DEL SILENZIO: L’ ANTIDOTO AL CAOS MODERNO E ALL’INQUIETUDINE INTERIORE.

Sottovalutiamo spesso il potere terapeutico del silenzio e i numerosi benefici che questa pratica porta con sé. E ciò avviene principalmente perché consideriamo il silenzio come una privazione, la quale ci impedisce di dare forma ai nostri pensieri, alle nostre sensazioni e alle emozioni che proviamo. Ma più di tutto, lo temiamo per la solitudine che ci trasmette. Non solo a livello fisico, dato che ci allontana dal mondo esterno, ma sopratutto a causa di quella interiore. Poichè inevitabilmente, ci troviamo costretti a confrontarci con noi stessi, attraverso il dolore del nostro passato e alle paure che ci dominano.

Tuttavia, il vero potere del silenzio, è una pratica profondamente rigenerante per l’essere umano. Poiché ci permette di avvicinarci al nostro io più profondo, consentendoci di concentrarci unicamente sul nostro presente. E più di tutto, di educare la nostra mente contro gli istinti primordiali a cui siamo soggetti.

IL SILENZIO È ENERGIA

Il silenzio ha rivestito un ruolo significativo nel corso della storia, e lo ha fatto in diverse parti del mondo. Nel Buddhismo ad esempio, è stato spesso associato al ritiro spirituale per la scoperta di sé, ed è stato considerato un importante mezzo per poter raggiungere l’illuminazione e la realizzazione spirituale. Nella filosofia greca, invece, il silenzio era visto come un segno di saggezza e autocontrollo; filosofi come Socrate ed Epitteto sottolineavano costantemente l’importanza di questa pratica per la riflessione e il controllo dei propri pensieri e desideri.

Tuttavia, nel mondo attuale, molte di queste antiche consapevolezze sembrano essere andate perdute. E oggi più che mai, ci troviamo sommersi nel caos del mondo esterno e interno, dove più di ogni altra cosa, desideriamo solo dare voce ai nostri pensieri, al nostro ego e alle nostre emozioni

Nonostante ciò, i benefici legati a questa antica pratica sono ancora molteplici e impattano profondamente non solo sul nostro modo di pensare e agire. Ma anche sulle relazioni che coltiviamo e sul cammino spirituale che stiamo percorrendo. Ed essere in grado di ritagliarsi spazi di silenzio nella frenesia della vita moderna; anche solo per poco minuti al giorno, ci permette di riconnetterci con il nostro essere interiore. Per approfondire così la nostra consapevolezza verso noi stessi e del mondo che ci circonda.

TUTTI I BENEFICI LEGATI AL POTERE DEL SILENZIO

Tutti i Benefici, legati al potere del silenzio

MIGLIORA L’ASCOLTO ATTIVO:

L’ascolto è una pratica fondamentale per migliorare le relazioni con le persone a noi care e non. Tuttavia, spesso ci concentriamo più sulla risposta che daremo che sulla comprensione reale dell’altra persona. 

E per confermare questo fatto, è sufficiente prestare attenzione ai nostri pensieri durante una conversazione. “Dove ci concentriamo maggiormente quando parliamo con qualcuno? Su ciò che ci stanno dicendo o su come risponderemo?”

Abbiamo due orecchie per ascoltare in maggior quantità e una bocca per rispondere al momento corretto, eppure spesso facciamo l’esatto opposto. Ovvero ascoltiamo meno e parliamo troppo.  E bramiamo con entusiasmo il momento in cui potremo dire noi la nostra opinione, interrompendo nella maggior parte delle volte il discorso altrui, per far spazio al nostro.

Il silenzio, diventa quindi una pratica preziosa per poter cambiare questo nostro modo di agire. E ci consente di calmare la parte di noi desiderosa di rispondere prontamente, permettendoci di comprendere davvero le necessità del prossimo. Con il tempo, impariamo a dare spazio alla voce degli altri, percependo le loro esigenze in modo più profondo. Contribuendo perciò a creare relazioni più autentiche e soddisfacenti, consentendoci di osservare e comprendere veramente tutte le sfumature di cui ogni persona è dotata.

Nel silenzio, infatti, ci possiamo connettiamo veramente con il prossimo, senza bisogno di parole superficiali, creando cosi spazio all’ autenticità, alla connessione e alla gratitudine.

MIGLIORA LA CONSAPEVOLEZZA VERSO NOI STESSI:

La consapevolezza di sé, è strettamente collegata al silenzio. Dato che ci allontana dalle distrazioni comuni e superficiali che spesso occupano la nostra attenzione. Consentendoci inevitabilmente, di riflettere più profondamente sul nostro vero essere.

Nel silenzio siamo liberi dalle influenze esterne e dalle risposte legate al nostro ego, e questo, ci offre la possibilità di connetterci con il nostro essere interiore. Comprendendo meglio i nostri pensieri, desideri e intuizioni che ci compongono. Che possono inoltre condurci, alla realizzazione di uno scopo più profondo della nostra vita.

Una maggiore comprensione di sé, ci porta ad agire inoltre con maggiore intelligenza ed equilibrio, consentendoci di confrontarci con le nostre paure, i nostri desideri e le nostre vulnerabilità. Ma anche di riconoscere i nostri punti di forza e le risorse di cui disponiamo.

Infine, ci permette anche di osservare con maggiore attenzione le parole che spesso pronunciamo o che vorremo pronunciare. Che sono generate prevalentemente dall’istinto, dalla paura e della rabbia in certi momenti. Il non poter comunicare, ci offre cosi la possibilità di osservare con maggior cura il nostro dialogo interiore. Accrescendo la consapevolezza di noi e del nostro modo di agire e pensare.

AIUTA A COLTIVARE LA PAZIENZA:

Il dono della pazienza, rappresenta un valido antidoto alla frenesia che spesso ci accompagna. Quando impariamo a rimanere in uno stato di calmo ascolto, coltiviamo la tranquillità dentro di noi stessi. Non saremo più consumati dalla fretta di rispondere, né saremo inclini ad esprimere con autorità le nostre opinioni.

In tutto ciò, ovviamente, il silenzio svolge un ruolo estremamente importante, dato che la non fretta diventa una guida preziosa nella crescita personale. Poiché ci aiuta a scegliere la giusta azione con la giusta saggezza al momento opportuno. Affinando e mantenendo di conseguenza l’equilibrio tanto fragile della nostra vita

CONDUCE ALLA RADICE DELLE EMOZIONI:

Con l’attuale presenza mentale, si apre la porta per esplorare le vere radici dei nostri pensieri e delle nostre emozioni. E questo approccio, ci consente di conoscere più a fondo gli schemi di pensiero che caratterizzano la nostra mente, osservando e contemplando la profondità dentro di noi.

Spesso agiamo per istinto, spinti dai sentimenti che pervadono il nostro corpo. Eppure l’osservazione consapevole degli schemi di pensieri che attuano in noi, ci permette di porci le giuste domande esistenziali. Per poter così migliorare e cambiare noi stessi.

MIGLIORA LA CREATIVITÀ:

Quando impariamo a coltivare il potere del silenzio, la nostra mente si affina nel tempo, consentendoci di lasciare fluire liberamente la creatività senza essere più ostacolata dalle interferenze interne ed esterne.

In questo stato di calma interiore, le idee emergono con maggiore chiarezza e profondità, permettendoci di esprimere il nostro vero potenziale creativo in modi sempre nuovi e originali. Il silenzio quindi, ci guida verso la realizzazione delle nostre aspirazioni più importanti.

MIGLIORA LA COMUNICAZIONE NON VERBALE:

Questa particolare esperienza, che può essere svolta quotidianamente, ci permette di essere presenti e consapevoli di tutto ciò che viene comunicato attraverso il linguaggio del corpo. La comunicazione non verbale, che include gesti, espressioni facciali, posture e tono della voce, trasmette una vastissima gamma di informazioni ed emozioni, che sono spesso trascurate durante una comunicazione.

Tuttavia, tra i suoi benefici, troviamo l’opportunità di decifrare queste interazioni da parte degli altri, facilitando una comunicazione più autentica e profonda. La nostra capacità di connetterci con gli altri non dipende infatti solo dalle parole che escono dalla nostra bocca. Ma anche dalla capacità empatica che dimostriamo di avere nel comprendere realmente i sentimenti altrui e, soprattutto, verso la comprensione delle parole spesso celate che non vengono mai dette.

Il silenzio ci permette di ascoltare non solo con le orecchie, ma con tutto il corpo, consentendoci di cogliere significati e sfumature che vanno al di là delle parole espresse.

MIGLIORA LA DISCIPLINA MENTALE:

Instaurare una nuova abitudine, richiede tempo e soprattutto disciplina mentale, infatti non è un processo immediato, ma richiede un costante impegno nel tempo. Spesso si parla di un periodo compreso tra 21 e 90 giorni consecutivi per stabilire completamente una nuova abitudine nella nostra vita e per vederne i primi risultati.

Tuttavia, attraverso la costante e regolare ripetizione di ciò, possiamo allenarci a poco a poco a migliorare la nostra disciplina mentale. Ciò significa sviluppare un controllo più attento e profondo su noi stessi, per imparare soprattutto a gestire in modo diversificato le nostre emozioni, i pensieri e i comportamenti che ci caratterizzano.

Con il passare del tempo, la disciplina mentale ci consente di acquisire maggiore autorità su noi stessi e una maggiore libertà interiore, permettendoci di affrontare le sfide della vita con maggior resilienza.

ATTRAVERSO IL SILENZIO, TROVEREMO LA PACE E LA QUIETE MENTALE:

Tutti noi ambiamo a trovare un po’ di quiete interiore che ci permetta una pausa dalla frenesia della vita quotidiana. Ed è esattamente in questo stato di quiete, che ci concediamo di guarire profondamente dalle ferite interiori, rigenerando il nostro essere interno. Tutto ciò avviene grazie alla semplice decisione di limitare l’uso della nostra voce esteriore per fare spazio a qualcosa di più grande dentro di noi.

La quiete, agisce come un rimedio terapeutico per l’anima, permettendoci di rallentare il ritmo dei nostri pensieri, delle nostre ambizioni e del rumore mentale. Diventando così il portale verso la saggezza interiore, dove in questo spazio, possiamo accrescere e attingere a intuizioni più profonde di noi. Per scoprire forse il mistero della vita e del nostro percorso spirituale.

Picture of Michele Bosio

Michele Bosio

In cerca di un senso più profondo della mia esistenza, ho deciso di seguire i miei sogni lasciando le soffocanti certezze. Oggi, mentre viaggio per il mondo, coltivo il desiderio di poter aiutare il prossimo a trovare un pò di pace e felicità, nella propria vita.
Condivi l'Articolo:

Potrebbe interessarti anche:

Scrivimi qui sotto il tuo pensiero:

0 0 votes
Article Rating
Ricevi una notifica per i nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti

Potrebbe interessarti anche: