STORIA ZEN – LEGGI, PER PURIFICARE LA TUA MENTE.

Nella ricerca per il nostro benessere interiore e per la comprensione del mondo e dell’universo, ci spingiamo sempre più a esplorare le vie che ci possano condurre vero una maggiore conoscenza.

Tra i mezzi a nostra disposizione, possiamo trovare la lettura, che emerge come una fonte inesauribile di sapere e ispirazione.

I testi che leggiamo, possono aprire le porte della nostra mente e della nostra anima, offrendoci chiarezza, dove spesso vive la confusione. Tuttavia, in questo lento processo di crescita, molte delle cose che apprendiamo, le perdiamo a poco a poco per strada. Trattenendo con noi, solo quello che è apparentemente necessario.

Ogni storia Zen, porta con sé la profonda capacità, di trasmetterci un messaggio o un insegnamento, che sempre si collega ai vari aspetti della nostra vita. 

Questi racconti, sono tutt’ora un valido insegnamento alla quale possiamo accedere, per poter continuare a crescere. Questi piccoli e grandi fari di saggezza antica illuminano il nostro percorso, offrendo cosi nuovi spunti e riflessioni, che ci orientano sempre di più verso la nostra destinazione.

STORIA ZEN, SULL’IMPORTANZA DELLA LETTURA

STORIA ZEN LEGGI E PURIFICA LA TUA MENTE

In un tempio lontano, viveva un famoso maestro zen, che era sempre accompagnato da un giovane e ambizioso discepolo. Il giovane, era diligente nelle letture e nello studio di tutti gli insegnamenti riguardanti lo zen, ma si lamentava di non riuscire a ricordare tutto ciò che leggeva.

Sopraffatto dalle sue emozioni, si preoccupava costantemente di dimenticare tutto ciò che con il duro lavoro, stava cercando di apprendere.

Un giorno, dopo aver raccolto con sé maggior coraggio, chiese al maestro: “Maestro, ho letto e studiato molti libri, eppure non ricordo tutto ciò che leggo e temo che con il passare del tempo, possa dimenticare ciò che con tanta fatica ho imparato. Qual è perciò il vero scopo della lettura, se non possiamo trattenere tutto con noi?”

Il maestro anziché rispondere, gli propose un enigmatico compito: “Ho sete!”, disse il maestro con un sorriso. “Portami dell’acqua dal fiume, ma usa il vecchio setaccio sporco che si trova lì vicino”.

Il giovane discepolo non osò contestare l’assurda richiesta, in quanto rispettava profondamente il suo maestro. Ma tuttavia riteneva il compito insensato. 

Giunto al fiume, prese il vecchio setaccio e lo immerse nell’acqua. Ma per quanto si sforzasse, l’acqua colava sempre rapidamente attraverso i vari buchi, lasciandolo sempre vuoto.

Dopo decine e decine di tentativi falliti, esausto e deluso, il discepolo tornò dal maestro con in mano solo il setaccio vuoto. “Maestro, ho fallito. Ho tentato con tutte le mie forze di portarvi dell’acqua, ma mi è impossibile farlo attraverso questo setaccio. Vi chiedo scusa, perché vi ho deluso.”

Il maestro osservò il setaccio e sorrise. “Osserva, discepolo.” disse. “Osserva quanto ora il setaccio è pulito, grazie a tutta l’acqua che è passata attraverso i vari fori.”

Il discepolo osservò il maestro confuso, cercando di comprendere ciò che egli volesse dire. Il maestro continuò: “Così come il setaccio è stato purificato dall’acqua, la tua mente e il tuo spirito vengono purificati grazie alle conoscenze, contenute nei libri che leggi. Non devi trattenere tutto nella tua memoria, perché le letture puliranno a poco a poco la tua mente, facendo solo emergere ciò che è essenziale per te. Trasformandoti poi con il tempo e con l’esperienza, in una persona migliore. Questo, è il vero scopo della lettura.”

OGNI NUOVO PASSO, CI CONDUCE VERSO IL CAMBIAMENTO INTERIORE

Il nostro corpo e la nostra mente sono in continua evoluzione, rendendoci sempre diversi rispetto a ciò che eravamo al giorno precedente. Tuttavia nella maggior parte delle volte, non siamo in grado di notare le sottili sfumature che già stiamo coltivando dentro noi stessi.

E questo accade, principalmente perché il nostro sguardo è unicamente posato sul solo raggiungimento del nostro obiettivo finale.

L’evoluzione interiore, equivale ad un mosaico composto dai vari momenti della nostra vita. Un susseguirsi di piccoli passi e ostacoli che nel tempo compongono un quadro più ampio. Questo viaggio interiore, non ha mai una fine certa, in quanto ogni giorno ci viene donata la possibilità di apprendere qualcosa di nuovo.

Anche il più piccolo passo è perciò necessario, nonostante a volte, questo possa passare inosservato sotto i nostri stessi occhi. È importante perciò interiorizzare ciò che è essenziale per noi stessi, accettando e lasciando andare nel mentre, ciò che è invece superfluo.

Le esperienze della vita che ogni giorno attraversiamo, variano tra di loro tra l’essere piacevoli e meno. Ma entrambe plasmano chi siamo, così come nel racconto zen, l’acqua ha purificato il setaccio. 

La tensione che a volte proviamo, nasce solo dall’idea di chi dovremmo essere, mentre la pace interiore è il solo frutto dell’accettazione, verso chi siamo realmente. Questo, ci conduce sempre di più verso un viaggio fatto di piccole e grandi scoperte, che ci conducono a poco a poco verso una profonda realizzazione di noi stessi.

Picture of Michele Bosio

Michele Bosio

In cerca di un senso più profondo della mia esistenza, ho deciso di seguire i miei sogni lasciando le soffocanti certezze. Oggi, mentre viaggio per il mondo, coltivo il desiderio di poter aiutare il prossimo a trovare un pò di pace e felicità, nella propria vita.
Condivi l'Articolo:

Potrebbe interessarti anche:

Scrivimi qui sotto il tuo pensiero:

0 0 votes
Article Rating
Ricevi una notifica per i nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti

Potrebbe interessarti anche: