VASTU SHASTRA: L’ARTE MILLENARIA PER ARMONIZZARE LA CASA E LA VITA.

La nostra casa è molto più di un semplice rifugio in cui vivere; è un’estensione del nostro essere, un luogo che riflette la nostra personalità, le nostre aspirazioni e il nostro benessere psicofisico. Una casa armoniosa infatti promuove la salute, la prosperità e la pace interiore. Mentre una casa in completa disarmonia, causa disagi, dolore, litigi e difficoltà all’avanzamento dei processi della vita.

Per secoli le antiche culture del mondo hanno compreso e accetto questo particolare concetto e ne hanno sviluppato pratiche e principi, che guidano alla creazione di spazi in sintonia con le leggi della natura. E connesse soprattutto, alle energie cosmiche dell’universo. In modo da poter riequilibrare la propria vita per attrarre la felicità, la fortuna e la salute in ogni campo.

Tra queste discipline il Vastu Shastra è considerata tra le più antiche e complete al mondo. Di fatti, è un’antica pratica millenaria dell’india, che fornisce le linee guida per trovare l’armonia, la pace e la prosperità all’interno della propria casa.

LE ORIGINI DEL VASTU SHASTRA: UNA DISCIPLINA MILLENARIA

Il Vastu Shastra è un’antica disciplina indiana che risale a circa 12.000 anni fa, e che combina: scienza, arte, filosofia e astrologia per guidare la progettazione e la costruzione degli spazi abitativi, lavorativi e sacri.

È conosciuta in Oriente come “lo yoga dell’abitare” o il “Feng Shui indiano”, dato che come quest’ultimo, mira a creare ambienti in armonia con le energie cosmiche e naturali.

Le nostre case possono infatti sostenere oppure ostacolare il normale flusso della vita. Perché come viene rappresentato nello Feng Shui e anche nel Vastu Shastra, la casa, rappresenta la nostra persona. E noi, a nostra volta, la rappresentiamo di conseguenza.

Il Vastu compare all’interno dei Veda, i testi sacri più antiche dell’india che contengono tutte le norme per poter vivere in armonia con la propria: spiritualità, le relazioni, la natura, l’architettura. E anche per quanto riguarda la cura del corpo, come descritto ampiamente nella medicina ayurveda.

Originariamente tuttavia solo i reali potevano usufruire dell’antica arte vedica, che si basava fin dal principio sul concetto primordiale che ogni cosa è profondamente interconnessa attraverso l’energia universale. Meglio anche conosciuta come “Prana“. 

I PRINCIPI FONDAMENTALI DEL VASTU

I PRINCIPI FONDAMENTALI DEL VASTU SHASTRA

Il Vastu Shastra ha profondamente influenzato l’architettura storica dell’India per interi millenni. E si basa su principi fondamentali legati alla considerazione dei punti cardinali, dei cinque elementi della natura, dell’astrologia. Utilizzando infine, anche una griglia sacra chiamata Vastu Purusha Mandala. Necessaria per la disposizione degli spazi al fine di assicurare che ogni elemento, sia in perfetta armonia con l’energia e l’ambiente naturale.

L’IMPORTANZA DEGLI OTTO PUNTI CARDINALI

Ogni singolo spazio possiede una energia propria e, in questo contesto, le otto direzioni cardinali giocano un ruolo cruciale nell’armonia della propria casa. Ogni direzione è infatti associata a specifiche energie e divinità. E la corretta disposizione delle stanze e degli elementi secondo queste direzioni può quindi influenzare positivamente oppure negativamente i diversi aspetti della nostra vita. Supportando o meno anche il benessere fisico, emotivo e spirituale

  • Nord (Uttara): Il nord per esempio è associato alla crescita e all’abbondanza. È considerato di buon auspicio per le attività finanziarie e commerciali. Posizionare l’ingresso principale o gli spazi dedicati al lavoro a nord può favorire la prosperità e il successo.

  • Nord-est (Ishaan): Il nord-est è invece associato alla saggezza, alla conoscenza e alla spiritualità. È considerato il punto più sacro secondo il Vastu Shastra. Posizionare aree per la meditazione, gli studi o le attività spirituali a nord-est può favorire la pace interiore e la crescita spirituale.

  • Est (Poorva): L’est è associato alla salute, alla vitalità e alla rinascita. È considerato favorevole per le attività legate alla salute e al benessere. Posizionare camere da letto o aree per l’esercizio fisico a est può promuovere la salute e il benessere generale.

  • Sud-est (Agneya): Il sud-est è associato al successo ed è collegato all’elemento del fuoco. È considerato un’ottima posizione per la cucina o per le attività legate al denaro. Posizionare la cucina a sud-est può favorire la prosperità e l’abbondanza nella casa.

  • Sud (Dakshin): Il sud è associato invece alla forza, alla stabilità e alla maturità. È considerato favorevole per le attività di protezione e sicurezza. Posizionare stanze da letto o aree di relax a sud può favorire la stabilità emotiva e la protezione.

  • Sud-ovest (Nairutya): Il sud-ovest è associato alla famiglia ed è collegato all’elemento della terra. È considerato un’ottima posizione per le camere da letto principali o le aree di relax della casa. Posizionare le camere da letto a sud-ovest può promuovere la stabilità familiare e finanziaria. Ma è importante evitare di posizionare l’ingresso principale a sud-ovest, poiché è considerato di forte negatività nel Vastu Shastra.

  • Ovest (Paschim): L’ovest è associato alla creatività, alla prosperità e alla comunicazione. È considerato un’ottima posizione per gli spazi sociali e le attività artistiche. Posizionare aree di intrattenimento o studi creativi a ovest può favorire la creatività e la comunicazione.

  • Nord-ovest (Vayavya): Il nord-ovest è associato all’aria, alla flessibilità e alle relazioni. È considerato un’ottima posizione per gli spazi sociali e per favorire le relazioni interpersonali. Posizionare aree di socializzazione o spazi aperti a nord-ovest può promuovere la comunicazione e l’interazione sociale.

PAÑCA-BHŪTA: I CINQUE ELEMENTI DELLA NATURA 

Il concetto del Pañca-bhūta è fondamentale nel Vastu dato che si riferisce ai cinque elementi primari che secondo la filosofia induista costituiscono l’intero universo. Questi, sono considerati le basi di tutte le creazioni e influenzano profondamente gli ambienti e le energie all’interno di una costruzione. L’equilibrio e l’armonia tra questi cinque elementi sono essenziali per garantire il benessere e la prosperità degli abitanti di una costruzione.

  • Terra (Prithvi): Rappresenta la stabilità e il supporto. La scelta del terreno e la sua conformazione sono fondamentali. I terreni quadrati o rettangolari sono considerati ideali perché offrono un supporto solido e stabile. E la struttura stessa dell’edificio deve riflettere questa stabilità.

  • Acqua (Jal): Simboleggia la purezza e la guarigione. La posizione di fontane, piscine e serbatoi d’acqua è cruciale. L’acqua dovrebbe essere situata a nord-est per favorire la prosperità e la salute. La presenza di acqua in questa posizione aiuta a bilanciare l’energia dell’ambiente e a promuovere un flusso positivo di energie.

  • Fuoco (Agni): Rappresenta l’energia e la forza. Le cucine e altre aree che utilizzano il fuoco devono essere posizionate a sud-est per massimizzare l’energia benefica. Questa direzione è associata all’elemento del fuoco e, posizionando la cucina qui, si garantisce che l’energia del fuoco sia ben equilibrata e utilizzata in modo positivo.

  • Aria (Vayu): Simboleggia il movimento e la crescita. È essenziale garantire una buona ventilazione e flusso d’aria, con finestre e aperture situate strategicamente per permettere una circolazione ottimale. L’aria deve fluire liberamente attraverso la casa per assicurare che l’energia vitale, o “prana”, possa muoversi senza ostacoli, favorendo la salute e il benessere.

  • Etere (Akasha): Infine l’etere rappresenta lo spazio infinito e la quintessenza degli altri elementi. Il suo ruolo è quello di facilitare il flusso di energia all’interno di una costruzione e di favorire un ambiente aperto e libero da ostacoli. Le aree centrali degli edifici dovrebbero essere lasciate aperte e libere da ostacoli per permettere una circolazione ottimale dell’energia. Spazi aperti e una disposizione corretta delle stanze che permetta un flusso libero di energia sono cruciali per mantenere l’equilibrio energetico dell’ambiente.

LA GRIGLIA DEL VASTU PURUSHA MANDALA

VASTU PURUSHA MANDALA: COS'E E QUALI BENEFICI PORTA NELLA NOSTRA CASA

Il Purusha Mandala infine, è la sacra griglia suddivisa in 64 oppure in 81 parti, utilizzata per la pianificazione e la disposizione degli spazi all’interno di una costruzione. La sua forma rappresenta il corpo del Vastu Purusha, una divinità mitologica associata alla terra e agli edifici. E la griglia divide lo spazio in quadranti, ognuno dei quali ha una specifica funzione e significato.

Utilizzando la griglia del Vastu Purusha Mandala come guida, si pianifica la disposizione delle stanze e degli elementi all’interno dell’edificio. Le stanze e le funzioni vengono assegnate in base alla corrispondenza con le parti del corpo del Vastu Purusha e alle loro caratteristiche associate. 

Ogni cella della griglia è infatti associata a una specifica funzione o parte della vita. Ad esempio, il quadrante nord-est è considerato favorevole per le attività intellettuali e spirituali, mentre il quadrante sud-est è associato alla cucina e alla preparazione del cibo. 

TUTTI I BENEFICI DELL’AVERE UNA CASA IN COMPLETA ARMONIA

Se seguito correttamente, il Vastu Shastra si ritiene che porti diversi benefici per la salute, il benessere e la prosperità degli abitanti di una casa o di uno specifico spazio. Come ad esempio:

  • Armonia e Equilibrio: Seguire i principi del Vastu nella progettazione e nell’organizzazione degli spazi può portare a un ambiente più armonioso e bilanciato, promuovendo la pace interiore e la serenità. Un ambiente ben organizzato secondo i principi del Vastu facilita il flusso positivo di energia, migliorando il benessere generale degli abitanti.

  • Salute e Benessere: Posizionare le stanze e gli elementi strutturali in modo corretto può favorire un flusso energetico positivo che contribuisce alla salute e al benessere fisico e mentale. L’armonizzazione degli elementi naturali all’interno della casa aiuta a ridurre stress e malesseri, migliorando la qualità della vita.

  • Prosperità e Ricchezza: Il Vastu è spesso associato alla promozione della prosperità finanziaria e alla crescita economica, poiché si ritiene che un ambiente equilibrato e armonioso favorisca l’abbondanza e la fortuna. Un’attenta disposizione degli spazi può attrarre opportunità e successi finanziari.

  • Successo e Realizzazione: Un ambiente in sintonia con i principi del Vastu favorisce la chiarezza mentale, la concentrazione e la produttività, contribuendo al successo e alla realizzazione personale e professionale. Questo equilibrio permette di raggiungere obiettivi e aspirazioni con maggiore facilità.

  • Relazioni Armoniose: La disposizione corretta delle stanze e degli spazi all’interno di una casa può favorire relazioni familiari più armoniose e connessioni sociali positive. Un ambiente ben progettato secondo il Vastu promuove la comprensione reciproca e la coesione tra i membri della famiglia.

  • Protezione e Sicurezza: Seguire i principi del Vastu Shastra può proteggere gli abitanti da energie negative e influenze dannose, contribuendo a un ambiente sicuro e protetto. La corretta collocazione degli ingressi, delle finestre e degli spazi interni aiuta a creare un rifugio sicuro e protetto dalle negatività esterne.

  • Crescita Personale e Spirituale: Il Vastu Shastra può favorire la crescita personale e spirituale, aiutando gli individui a connettersi con sé stessi e con le forze universali in modo più profondo e significativo. La disposizione degli spazi secondo il Vastu facilita la meditazione, la riflessione e la connessione spirituale, promuovendo uno sviluppo interiore armonioso.

LE PRINCIPALI DIFFERENZA TRA VASTU E FENG SHUI

Mentre sia il Vastu Shastra che il Feng Shui sono antiche pratiche di progettazione degli spazi che mirano a creare ambienti armoniosi e bilanciati, esistono differenze significative tra le due. Il Vastu Shastra, originario dell’India antica, si basa principalmente sulle direzioni cardinali, sugli elementi naturali e sulla disposizione degli spazi in conformità con i principi cosmici e spirituali. E sulla ricerca del corretto equilibrio tra: Rajas(azione), Taras (inerzia) e Sattva(equilibrio).

Al contrario, il Feng Shui, di origine cinese, si concentra sull’equilibrio dell’energia vitale del “Qi”, utilizzando concetti come il “Ba-gua” e il “Yin e Yang”. Per cosi armonizzare gli ambienti, concentrandosi su alcuni aspetti della natura con riferimenti a cinque animali mistici: il drago verde, la tartaruga nera, la fenice rossa, la tigre bianca e infine il serpente giallo.

Mentre entrambe le pratiche attribuiscono importanza alla disposizione delle stanze e degli elementi all’interno di una casa, il Vastu Shastra tende ad essere più rigido nelle prescrizioni. Con raccomandazioni specifiche basate sulla posizione geografica e sulle caratteristiche dell’edificio. Difatti questo richiede spesso interventi di ristrutturazione e ricostruzione ma ciò gli permette di avere un effetto benefico duraturo senza più incorrere ad ulteriori cambiamenti.

Mentre il Feng Shui al contrario offre una maggiore flessibilità per la maggior parte delle costruzioni e degli ambienti. Ma tuttavia esso si basa invece su considerazioni stagionali, e di conseguenza deve variare in base anche al calendario cinese.

LA COMBINAZIONE ATTRAVERSO LA PRATICA AYURVEDICA

Il Vastu Shastra può essere efficacemente combinato con altre discipline olistiche per creare un approccio integrato al benessere. Ad esempio l’ayurveda, l’antica scienza della salute indiana, può essere utilizzata insieme al Vastu Shastra per promuovere un equilibrio tra il corpo e l’ambiente circostante. L’ayurveda infatti si concentra sulla salute fisica e mentale attraverso la dieta, lo stile di vita e i rimedi naturali. Mentre il Vastu Shastra si occupa della disposizione armonica degli spazi abitativi. 

Quando utilizzati insieme, possono creare un ambiente che non solo supporta la salute fisica ma anche quella mentale e spirituale

Allo stesso modo, la meditazione, una pratica centrale per il benessere mentale, può trarre beneficio dall’essere svolta in spazi progettati secondo gli antichi principi indiani. In particolare modo infatti nelle aree nord-est della casa, che sono considerate ideali per le attività spirituali.

Questa sinergia tra diverse pratiche olistiche può offrire un approccio più completo e personalizzato al miglioramento della qualità della vita. Equilibrando cosi, il nostro corpo fisico, mentale ed emozionale, per condurci verso una pace e una serenità duratura.

Picture of Michele Bosio

Michele Bosio

In cerca di un senso più profondo della mia esistenza, ho deciso di seguire i miei sogni lasciando le soffocanti certezze. Oggi, mentre viaggio per il mondo, coltivo il desiderio di poter aiutare il prossimo a trovare un pò di pace e felicità, nella propria vita.
Condivi l'Articolo:

Potrebbe interessarti anche:

Scrivimi qui sotto il tuo pensiero:

5 1 vote
Article Rating
Ricevi una notifica per i nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti

Potrebbe interessarti anche: